Apprendimento permanente: Pallucchi (Forum Terzo settore), “importante ai fini dello sviluppo civile, economico e democratico del Paese”

“Ribadiamo l’importanza dell’apprendimento permanente ai fini dello sviluppo civile, economico e democratico del Paese”: lo dice Vanessa Pallucchi, coordinatrice della Consulta educazione e scuola del Forum Terzo settore, che partecipa alla Conferenza nazionale sull’apprendimento permanente: “Le reti territoriali per l’apprendimento permanente: verso un Piano nazionale di ‘Garanzia delle competenze’ della popolazione adulta”, organizzata dal Miur e in programma oggi a Roma. “Un sistema nazionale integrato di apprendimento permanente della popolazione adulta, formale e non formale, è la condizione per rendere esigibile il diritto dei cittadini ad apprendere in ogni fase della vita e contribuisce a creare benessere individuale, contrastando fenomeni di esclusione e povertà, anche educativa – prosegue Pallucchi -. Gli organismi di Terzo settore svolgono, in questo percorso, un ruolo specifico e non sostituibile, che integra l’offerta formale, pubblica e privata e arricchisce i contesti culturali e sociali dei territori. Le organizzazioni sanno più facilmente intercettare quei cittadini spesso a rischio di esclusione sociale, grazie a metodologie non frontali e interattive, alla flessibilità dei percorsi formativi, alle relazioni interpersonali e alla integrazione tra prestazioni sociali e offerte culturali. Rimotivare all’apprendimento quei cittadini economicamente o culturalmente più svantaggiati significa promuovere, attraverso la cultura e la formazione, la partecipazione ai processi di cambiamento”. L’evento è trasmesso in diretta streaming sul sito www.miur.gov.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo