Cooperazione: Lvia, una campagna per aiutare i bambini malnutriti del Burkina Faso

“Mangia, che diventi grande” è il titolo della campagna che l’associazione Lvia realizza per curare i bambini malnutriti in Burkina Faso, circa 500mila con meno di 5 anni, e aiutare le loro mamme a farli crescere in salute. Un intervento che si svolge nel nord del Paese e si estende anche al nord del Mali e nelle regioni del Sahel africano “colpite da infiltrazioni terroristiche, desertificazione e povertà estrema”. “Qui il tasso di malnutrizione infantile è in assoluto tra i più gravi del Burkina Faso e tra i più critici al mondo, con il 15% di bambini fino ai 5 anni di età colpiti da malnutrizione acuta, severa e moderata”, spiega l’associazione in una nota. Le attività del progetto prevedono di migliorare la prevenzione e la cura della malnutrizione, l’accesso delle famiglie più vulnerabili ai servizi sanitari di base, le capacità produttive e l’accesso a un’alimentazione diversificata, ma anche di rafforzare le istituzioni e le comunità per una buona governance nella sicurezza alimentare, nutrizionale e sanitaria. L’obiettivo annunciato è quello di aiutare 160.000 persone, il 43% della popolazione della regione. Sostenitore della campagna è il portiere della Juventus e della nazionale italiana di calcio, Gianluigi Buffon: “In Burkina Faso la malnutrizione infantile crea danni permanenti nella crescita e in molti casi anche la morte. Per questo ho deciso di sostenere Lvia, che da anni lavora per salvare la vita a migliaia di bambini”. Si può contribuire all’iniziativa inviando, fino al 27 gennaio, un sms o chiamando da rete fissa il numero 45548.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo