Dire: i titoli e il tg politico

(DIRE-SIR) – Ecco i titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia Dire. Anche su www.dire.it e www.agenziadire.com.

Gentiloni: no a coalizione di governo con Berlusconi

Paolo Gentiloni dice no a una coalizione di governo insieme al centrodestra di Berlusconi. “Non sono interessato”, spiega alla Cnbc, augurandosi una vittoria del centrosinistra. Il presidente del consiglio si dice certo che il Pd, in ogni caso, sarà il pilastro di una possibile coalizione. “Io arrivo fino alle elezioni, poi vedremo”, mette in chiaro. Impegnato al World economic forum di Davos, Gentiloni ricorda le simpatie internazionali per l’Italia. Superata la crisi più dura, “ora l’ossessione deve essere il lavoro”, aggiunge.

Mattarella all’Ingv: riconoscenza per lavoro svolto

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella esprime apprezzamento e riconoscenza per il lavoro svolto dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Nel corso della visita alla sede nazionale, il capo dello Stato ricorda i ricercatori, i lavoratori tecnologici e amministrativi, e tutti coloro che a vario titolo svolgono quest’attività di grande eccellenza. Ai 200 precari dice: “Un’attività così preziosa non può essere precaria”. L’Ingv, ricorda Mattarella, “dà un contributo fondamentale per la nostra sicurezza collettiva e merita la riconoscenza dei nostri concittadini”.

 Cooperazione, Riccardi: Italia si apra al mondo

Superare l’introversione, la chiusura, aprire l’identità culturale italiana al mondo. Fare del nostro Paese un’Italia serena, forte, simpatica. È il messaggio che il fondatore della comunità di Sant’Egidio Andrea Riccardi affida alla Conferenza nazionale della Cooperazione allo sviluppo, promossa dalla Farnesina e dall’agenzia per la cooperazione. “L’italiano deve essere riconosciuto come mezzo di dialogo tra popoli e nazioni, a partire dal Mediterraneo”, spiega il presidente della Società Dante Alighieri.

Boldrini: non esiste un fascismo buono

“L’apertura dei cancelli di Auschwitz fece prendere coscienza al mondo dell’orrore dei campi di concentramento. Ce ne furono 40 anche in Italia, ma se ne parla sempre pochissimo”. Lo ha ricordato la presidente della Camera, Laura Boldrini, a ottant’anni dalle leggi razziali. Questo dimostra, ha spiegato Boldrini, quanto sia falsa quella favola di un fascismo buono condizionato dal nazismo cattivo. Il concetto di razza è nefasto e dovrebbe essere archiviato per sempre. E invece viene “tirato fuori” e “vantarsi che questo porti consensi è estremamente pericoloso”.

50 donne, le candidate di rivoluzione cristiana

Gianfranco Rotondi si affida alle donne. Le liste di Rivoluzione Cristiana per il voto del 4 marzo sono tutte rosa. Il partito dell’ex ministro in coalizione con Forza Italia ha presentato questa mattina davanti a Montecitorio le “signore” che si batteranno per un posto in Parlamento. “È il coronamento di un lavoro di anni di battaglie e selezione della classe dirigente”, dice entusiasta Rotondi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo