Media: mons. Cantoni (Como), “non siete al servizio del sensazionalismo ma della verità”

“Non siete al servizio del sensazionalismo ma della verità”, dunque “non inseguite sempre quello che la gente vorrebbe” e “ricordate che basta poco per rovinare la vita di una persona per sempre”. Sono questi alcuni dei consigli che il vescovo di Como, mons. Oscar Cantoni, ha rivolto ai giornalisti durante la messa celebrata questa mattina al Centro pastorale card. Ferrari, in occasione della solennità di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. “Cosa direbbe oggi S. Francesco?”, si è chiesto il vescovo nell’omelia. “Prima di tutto – ha osservato mons. Cantoni – ricorderebbe a ciascuno che siete al servizio della persona, perché ogni uomo è terra sacra. In secondo luogo, vi direbbe di crescere nella capacità di ascolto, cercando di capire come stanno realmente le cose senza lasciarvi turbare dalle emozioni immediate, da quel che accade in superficie. Infine, ricorderebbe a tutti che le parole hanno delle conseguenze. Per questo ogni volta che scriviamo o parliamo dobbiamo avvertire il peso della responsabilità”. Di qui l’invito: “Scrivete solo quello che avreste il coraggio di dire anche di persona”. Nell’ambito delle iniziative per la giornata odierna il centro pastorale card. Ferrari di Como ospiterà, questa sera, il direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana che interverrà nell’ambito del ciclo di incontro “Pensieri al Centro” dedicati al tema “Una nuova democrazia è possibile?”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo