Minori stranieri non accompagnati: Telefono Azzurro, “15.000 scomparsi in Italia, urgenza da affrontare”

“15.000 minori scomparsi in Italia nell’ultimo anno, milioni in tutta Europa, questi numeri danno il senso di un problema che va affrontato”: lo ha detto Ernesto Caffo, presidente di Telefono Azzurro, durante la tavola rotonda che si è svolta ieri a conclusione del progetto pilota, guidato da Telefono Azzurro, per la “Salvaguardia dei minori stranieri non accompagnati (Msna) attraverso il rafforzamento e integrazione del servizio 116 000 nel sistema di protezione dell’infanzia italiano”. Hanno partecipato rappresentanti delle istituzioni nazionali, delle forze dell’ordine, delle università, e gli stakeholder del privato sociale, dell’associazionismo e del volontariato.
La tavola rotonda chiude il ciclo di incontri tenuti presso le cinque prefetture coinvolte e maggiormente esposte al fenomeno dei minori stranieri non accompagnati, organizzati con l’obiettivo di realizzare e progettare azioni mirate a livello territoriale in grado di ridurre i rischi, tutelando i diritti dei minori. Il Progetto, denominato “Just”, co-finanziato dalla Commissione europea e guidato da Telefono Azzurro con il supporto del Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse, è iniziato nell’ottobre 2016 con il coinvolgimento delle prefetture di Treviso, Milano, Napoli, Reggio Calabria e Ragusa con l’obiettivo di formare i professionisti dell’hotline 116 000 su temi relativi alla promozione e tutela dei diritti dei minori stranieri non accompagnati per dare risposte al fenomeno della scomparsa dei Msna. “I minori stranieri non accompagnati – ha proseguito Caffo – rappresentano una sfida per tutti: da un sistema di accoglienza occorre passare a un sistema efficace di integrazione, attraverso un percorso di rete da offrire a questi ragazzi”. “L’elemento che emerge dalla conferenza – ha concluso – è il bisogno di coordinamento a livello europeo, nazionale e nelle singole realtà locali in cui le prefetture svolgono un ruolo chiave come punto di incontro per i minori ”. Telefono Azzurro auspica quindi il potenziamento dell’attività della linea unica europea 116 000, un servizio gratuito per segnalare la scomparsa, l’avvistamento o il ritrovamento di minori, per la prevenzione del fenomeno e la consulenza psicologica e legale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo