Papa Francesco: udienza, “senza il reinserimento sociale il carcere è una tortura”

foto SIR/Marco Calvarese

Nello “stile di prossimità contano più i gesti delle parole, e un gesto importante che ho potuto compiere è stato visitare il carcere femminile di Santiago”. Ripercorrendo le tappe del suo viaggio in Cile, il Papa, durante l’udienza di oggi, ha citato “i volti di quelle donne, molte delle quali giovani madri, coi loro piccoli in braccio, esprimevano malgrado tutto tanta speranza”. “Le ho incoraggiate ad esigere, da sé stesse e dalle istituzioni, un serio cammino di preparazione al reinserimento, come orizzonte che dà senso alla pena quotidiana”, ha ricordato Francesco. “Non possiamo pensare un carcere senza questa dimensione del reinserimento, perché se non c’è questa speranza del reinserimento sociale il carcere è una tortura infinita”, ha esclamato il Papa a braccio: “Sempre un carcere deve avere questa dimensione del reinserimento, sempre!”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo