This content is available in English

Cinque anni con Papa Francesco: card. Parolin, “caratteristica fondamentale del suo pontificato è la gioia”

“Tutti i documenti o perlomeno quelli di maggiore importanza – parlo dell’‘Evangelii gaudium’, che è stato un po’ il documento programmatico del suo pontificato, ma poi l’‘Amoris laetitia’ e anche, forse indirettamente, la ‘Laudato sì’ – richiamano sempre alla gioia: la lode che nasce dalla gioia, da un animo pieno di letizia”. Lo ha detto il segretario di Stato vaticano, card. Pietro Parolin, in un’intervista rilasciata a “Vatican News” sui cinque anni di pontificato di Papa Francesco. “La caratteristica fondamentale di questo pontificato è proprio la gioia – ha sottolineato –, una gioia che non nasce evidentemente dalla spensieratezza, ma dal fatto di sapersi amati dal Signore”. C’è un’altra direttrice indicata dal cardinale nel pontificato di Francesco: “La misericordia, cioè un amore personale e totale che Dio ha per ciascuna delle sue creature, e, dall’altra parte, la gioia di comunicare agli altri la buona notizia del Vangelo”. La terza linea indicata è “quella dell’evangelizzazione”, quella “della Chiesa in uscita che deve portare il Vangelo a tutte le creature”. Il segretario di Stato sottolinea anche un’altra dimensione ritenuta importante da Francesco, “la dimensione di una Chiesa in uscita”, “una Chiesa in movimento”. “L’invito pressante che il Papa ha fatto fin dall’inizio” è “quello di non appellarsi al principio ‘si è sempre fatto così’”. “Probabilmente, questa spinta, questo dinamismo che il Papa ha impresso e vuole imprimere alla Chiesa può essere causa di giudizi diversi, contrastanti e a volte anche opposti”. Infine, l’augurio del card. Parolin per Papa Francesco: “Il Signore gli dia vita, salute, forza, coraggio per continuare a guidare la Chiesa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo