Migranti: chiusura temporanea dell’hotspot di Lampedusa. Martello (sindaco), “nostro allarme su inadeguatezza struttura era fondato”

“Le decisioni assunte al Viminale sulla chiusura temporanea dell’hotspot di Lampedusa per consentire i lavori di ristrutturazione, confermano quello che sosteniamo da tempo, cioè che la struttura, così com’è, è inadeguata: evidentemente l’allarme che abbiamo lanciato più volte nel corso degli ultimi mesi, era fondato”. Lo afferma in una nota Totò Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa, commentando la sospensione dell’accoglienza nella struttura. “Durante il periodo di chiusura dell’hotspot gli sbarchi saranno dirottati altrove”, annuncia Martello. I migranti che raggiungeranno ugualmente l’isola, invece, “saranno trattenuti il tempo necessario per l’identificazione e subito dopo trasferiti”. “L’amministrazione comunale seguirà da vicino questa fase e garantirà, come ha sempre fatto, la massima collaborazione con le istituzioni e le forze dell’ordine e di soccorso impegnate su questo fronte. Credo anche – conclude il sindaco – che si debba utilizzare questa fase per correggere gli errori del passato e per dare una nuova impostazione alla vocazione all’accoglienza della nostra isola”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo