Martedì 23 Settembre 2014 
SIR - Servizio Informazione Religiosa
Sinodo sulla famiglia
Sinodo sulla famiglia: Dossier Sir
Quotidiano
Italiano
English
Mediacenter
Venezia Film Festival 2014
Europe [FREE]

N. 65 del 19 settembre 2014

N. 64, September 17, 2014
Venerdì 19 settembre 2014
EDITORIALE
Le libertà fondamentali, fra cui quella di religione, dovrebbero essere un punto fermo dell'azione Ue sulla scena internazionale
Stefan Lunte - Sir Europa (Francia)
-
Venerdì 19 settembre 2014
ALBANIA
Il Paese che accoglie il Papa è un modello di convivenza tra le diverse fedi. "Fa parte della nostra storia"
-
Venerdì 19 settembre 2014
BELGIO
L'oncologa Catherine Dopchie riflette sul senso della vita e della morte. E afferma: "Non esiste amore senza verità"
-
Venerdì 19 settembre 2014
SETTIMANA DELLA MOBILITÀ
Iniziative in 38 Paesi per riscoprire la qualità della vita in città. Lasciando le auto in garage almeno per qualche giorno
-
Venerdì 19 settembre 2014
EDITORIAL
Fundamental freedoms, including that of religion, should be a pillar of EU action at international level
Stefan Lunte - Sir Europe (France)
Venerdì 19 settembre 2014
ALBANIA
The land that welcomes the Pope is a model of coexistence between different faiths. "It's a part of our history"
Venerdì 19 settembre 2014
BELGIUM
Oncologist Catherine Dopchie reflects on the meaning of life and death. "There is no love without truth"
Venerdì 19 settembre 2014
MOBILITY WEEK
Initiatives in 38 Countries to rediscover the quality of life in the city. Leaving cars in the garage for a few days at least
Le omelie del Papa a Santa Marta (Fonte: Radiovaticana.va)
seguici su Twitter
sir su youtube
Lunedì 22 settembre 2014
DOPO IL BACIO DI FLORENZI
-
Prima Pagina [FREE]
Lunedì 22 settembre 2014
CAMMINO CHE TROVA SLANCIO
Le modifiche apportate allo Statuto hanno ricevuto l'assenso della Santa Sede e "andranno in vigore - per espressa volontà del Sommo Pontefice - alla scadenza dell'attuale mandato del Presidente". Nella prolusione del cardinale Bagnasco la denuncia di "una depressione spirituale" che debilita il Paese e che richiede l'azione generosa di tutti
Il cammino di riforma della Conferenza episcopale italiana è giunto al traguardo. Un percorso avviato su sollecitazione di Papa Francesco per rendere la Chiesa italiana, in tutte le sue componenti, una “Chiesa in uscita”. Una riforma che necessitava di una rivisitazione statutaria sulle modalità di elezione del Presidente e che ha visto prevalere la “considerazione dei particolari vincoli dell’Episcopato d’Italia con il Papa”.
Domenico Delle Foglie
-
Lunedì 22 settembre 2014
CONSIGLIO PERMANENTE CEI
Sullo sfondo di cupe notizie di persecuzioni, il cardinale Bagnasco ha voluto rendere omaggio ai tanti "martiri" cristiani contemporanei. La preghiera per il Sinodo (28 settembre) e la veglia di preghiera a San Pietro (4 ottobre). L'invito a non ridurre il Sinodo sulla famiglia alla "prassi sacramentale dei divorziati risposati". La preoccupazione per "la gente stremata" che "non può attendere oltre"
Un fraterno ringraziamento al “Vescovo di Roma” per la “confermata fiducia” e l’accoglimento della “recognitio” da parte della Santa Sede sulla nuova modalità di elezione del presidente dei Vescovi italiani: due dati salienti con i quali il cardinale Angelo Bagnasco ha aperto a Roma, nel pomeriggio di lunedì 22 settembre, presso la sede della Cei, i lavori del Consiglio episcopale permanente. Poi lo sguardo sul mondo, sull’Italia e sulla “Chiesa in uscita”.
Luigi Crimella
-
Lunedì 22 settembre 2014
NEXT MUSICAL GENERATION
La prima edizione si è svolta nella città veneta dal 19 al 21 settembre, registrando ottimi risultati di pubblico e il tutto esaurito dei laboratori disciplinari. Hanno partecipato un centinaio di ragazzi dai 15 ai 25 anni, provenienti da tutta Italia. Rappresentati quattro musical diversi. Questa manifestazione può considerarsi una sorta di spin-off de ''I Teatri del Sacro''
''Il teatro è un gioco in cui o si vince o si perde tutti, pubblico compreso''. Con questa riflessione di Saverio Marconi (veterano del teatro e maestro del musical italiano, fondatore della Compagnia della Rancia), si è aperta venerdì 19 settembre a Padova la tavola rotonda inaugurale del ''Next Musical Generation'', evento nazionale dedicato al musical e alla fortuna che riscuote presso le giovani compagnie che popolano parrocchie e sale della comunità.
Tiziana Vox
-
Lunedì 22 settembre 2014
LA VERA DOMANDA
Se la risposta è positiva, allora vale davvero la pena impegnarsi a fondo per spazzare via i veti e le preclusioni ideologiche. Buttarla in politica è una tentazione che può costare cara. Il rischio di paralizzare i processi riformatori. La prospettiva unitaria dell'economia sociale di mercato
Il vero punto è il lavoro. E dunque, nell'agenda del governo, che pure ha messo in cantiere contemporaneamente tante riforme, il cosiddetto jobs act è il cuore. Delle tante, forse troppe, in agenda, l'emergenza lavoro (per dirla in italiano) è la questione fondamentale. Perché investe le persone, le famiglie, le prospettive concrete della gente in carne ed ossa.
Francesco Bonini
-
Lunedì 22 settembre 2014
GIORNATE SOCIALI A MADRID
All’incontro promosso da Ccee e Comece hanno partecipato in 200, fra vescovi e laici, in rappresentanza di una trentina di Paesi. Uno spazio di riflessione sulle "sfide dell’oggi alla luce della fede in Cristo". Prossimi appuntamenti: l’assemblea Ccee a Roma a inizio ottobre, alla vigilia del Sinodo; la plenaria Comece a metà novembre
C’è grande attesa per il viaggio del Papa a Strasburgo, fissato per il prossimo 25 novembre. Il primo appuntamento pubblico di Bergoglio nel territorio dell’Unione europea non ha per meta un singolo Paese, ma la sede dell’istituzione comunitaria, eletta direttamente dai cittadini, che rappresenta - piaccia o meno - un simbolo dell’integrazione che supera le frontiere.
dall’inviato Sir a Madrid, Gianni Borsa
-
Lunedì 22 settembre 2014
UNA VISITA NELLA STORIA
Ventuno anni dopo Giovanni Paolo II, Papa Francesco celebra Messa a Tirana, abbraccia il popolo duramente provato dal regime comunista, conferma nella fede la comunità cattolica (il 15% della popolazione). La forza del dialogo fra le religioni, nella prospettiva del bene comune, in un Paese a maggioranza assoluta musulmana. Il monito: "Uccidere in nome di Dio è un grande sacrilegio!"
Ci sono giornate indelebili nella storia di un popolo. Sono giornate che restano lì, a segnare il passo di un cammino nuovo. Questo è stato, per l’Albania, il 25 aprile 1993: per la prima volta un Papa - Giovanni Paolo II - visita il Paese, ricostituendo letteralmente la Chiesa, dopo gli anni terribili della persecuzione da parte del regime ateo-comunista. Così sarà ricordato anche il 21 settembre 2014: dopo 21 anni, un altro Papa - Francesco - torna in Albania per “confermare nella fede la Chiesa” e “incoraggiare” il Paese.
dall’inviato Sir a Tirana, Vincenzo Corrado
-
Sabato 20 settembre 2014
DOMANI LA VISITA
Nella via principale della capitale si cammina sotto lo sguardo di 39 uomini e una donna che furono perseguitati e uccisi a causa della fede. Maria Tuci, aspirante stimmatina, per aver resistito alle lusinghe di uno degli aguzzini, fu chiusa dentro un sacco con un gatto selvatico. Morì il 24 ottobre 1950. Due superstiti racconteranno a Francesco le loro storie. Grande lezione per i giovani albanesi
Una bella idea per “presentarci al mondo” ma anche per “ricordare le nostre ferite” e “far conoscere ai più giovani una brutta pagina della nostra storia”. Sono quasi tutti concordi gli albanesi nel giudicare l’iniziativa di allestire la via principale di Tirana, quella che conduce a piazza Madre Teresa, dove Papa Francesco domenica celebrerà la Messa, con le immagini dei 40 martiri albanesi.
dall’inviato Sir a Tirana, Vincenzo Corrado
-
Sabato 20 settembre 2014
SEMINARIO FISC A RAGUSA
È quanto emerso nel corso della riflessione alimentata dai giornalisti dei settimanali diocesani nell’appuntamento settembrino di cui fu iniziatore monsignor Alfio Inserra. Una prospettiva che cambia l’angolazione e fa giustizia di pregiudizi e storture comunicative, così come degli allarmismi. L’invito del vescovo Paolo Urso a narrare il fenomeno migratorio con "equilibrio e passione"
“Ne sono sbarcati duecento a Lampedusa”. “Cento migranti sono in arrivo sulle coste agrigentine”. “Un barcone carico di disperati è affondato al largo di Pozzallo”. Settimana dopo settimana, ci stiamo quasi abituando a queste notizie sgranate dai giornali e dalla televisione come un rosario dolente.
Graziella Nicolosi
-
Sabato 20 settembre 2014
DALLO STATO AI COMUNI...
A peggiorare la situazione, la vicenda delle agevolazioni per i figli e per i portatori d’handicap, drasticamente ridotte rispetto a quando c’era l’Imu sulla prima casa. Gianni Bottalico, presidente nazionale delle Acli: "Questo è molto grave, contravviene al principio della progressività dell’imposizione fiscale. E se si va a vedere nel dettaglio, le residue agevolazioni sono anche di minore entità"
Un “bancomat” con cui i Comuni fanno cassa, a danno dei ceti più deboli e - in particolare - delle famiglie con figli. Per i quali, in fin dei conti, era più conveniente la famigerata Imu sulla prima casa. È quanto emerge dai dati sulla Tasi elaborati dai Centri di assistenza fiscale (Caf) delle Acli e dalla Cgia di Mestre.
dall’inviato Sir a Cortona, Francesco Rossi
-
Sabato 20 settembre 2014
NESSUNA POSSIBILITÀ
La Conferenza episcopale si è espressa pubblicamente contro la possibilità di ricorrere all’interruzione di gravidanza nei casi di violenza sessuale e di rischio immediato per la madre. Nei casi di violenza si chiede "sostegno morale" e vicinanza alle vittime, nei gesti e con la compassione, affinché possano "riacquistare una loro vita, normale e felice". Ribadita la scomunica automatica
Una nota ufficiale della Conferenza episcopale indonesiana riafferma i principi della morale cattolica in tema di aborto e denuncia il tentativo del Governo di legalizzare la pratica per alcune “cause particolarmente significative”, nei casi di gravidanza frutto di violenza sessuale o di rischio immediato per la vita della madre.
Umberto Sirio
-
Venerdì 19 settembre 2014
DALLE ASSOCIAZIONI
Carlo Costalli (Mcl): "Si offre una possibilità più concreta di stabilizzare con tempi speriamo certi e ragionevoli quell’universo di giovani falcidiati dalla crisi e costretti a umilianti condizioni di lavoro". Per Gianni Bottalico (Acli) è necessario "un grande piano industriale per il lavoro, lo sviluppo, le grandi infrastrutture, la ricerca". E ancora: "Dobbiamo superare le politiche di austerità"
Jobs Act: speranze, molte. Certezze, poche. Ma forse è la volta buona perché qualcosa si muova nell’ingessato mondo del lavoro italiano dove da anni, anzi decenni, si sente parlare della necessità di difendere i “diritti dei lavoratori” (sacrosanti), ma anche del crescente, anzi per certe realtà territoriali drammatico, livello della disoccupazione giovanile (al Sud fino al 40-45%).
Luigi Crimella
-
Regione
Ultimi servizi




Servizio per abbonati
Fatti e Pensieri
Dal 22 al 28 settembre 2014
ifeelcud
15/04/2014
Altri Media Cattolici
Avvenire
TV2000
Radio InBlu
Vatican.va
Chiesa Cattolica Italiana
FISC
inunaltromondo.it
Commento al Vangelo