Lunedì 28 Luglio 2014 
SIR - Servizio Informazione Religiosa
SIR - Religious Information Service
seguici su Twitter
sir su youtube
Quotidiano
Italiano
English
Mediacenter
Agensir.eu - Il sito d'informazione europea
Europe [FREE]

N. 56 del 25 luglio 2014

N. 56, July 25, 2014
Venerdì 25 luglio 2014
EDITORIALE
Praticamente impossibile, allo stato attuale, rivestire un ruolo diverso nei conflitti mediorientali
Thomas Jansen - Germania
-
Venerdì 25 luglio 2014
REPUBBLICA CECA
Una nuova applicazione web su aiuti forniti dalla Chiesa cattolica all'estero
-
Venerdì 25 luglio 2014
GERMANIA
Quasi 50mila ministranti dalle diocesi tedesche per incontrare il Papa. "Faremo esperienza di comunità"
-
Venerdì 25 luglio 2014
BULGARIA
La testimonianza del parroco ortodosso padre Ivan Ivanov
-
Venerdì 25 luglio 2014
EDITORIAL
As things stand, playing a different role in Middle-Eastern conflicts is practically impossible
Thomas Jansen - Germany
-
Venerdì 25 luglio 2014
CZECH REPUBLIC
A new web application on help to the Catholic Church abroad
-
Venerdì 25 luglio 2014
GERMANY
Almost 50thousand altar boys from German diocese meet the Pope. "A communal experience"
-
Venerdì 25 luglio 2014
BULGARIA
The witness of the Orthodox parish priest Fr Ivan Ivanov
-
Le omelie del Papa a Santa Marta (Fonte: Radiovaticana.va)
Lunedì 28 luglio 2014
BENEDETTI ITALIANI
-
Prima Pagina [FREE]
Lunedì 28 luglio 2014
L'ITALIA DELLE RIFORME
Tutto si tiene nella delicata architettura costituzionale e il vero rischio non è tanto del riproporsi della deriva mussoliniana, che qualcuno oggi denuncia strumentalmente, ma il caos impotente di velleitarismi vari. La vera questione sul tappeto è la combinazione tra riforma costituzionale e legge elettorale
La scelta della riforma costituzionale oggi in discussione, come della gran parte dei progetti che l’hanno preceduta negli ultimi vent’anni, è invece quella della semplificazione, dell’efficienza e dell’efficacia, in particolare dell’azione di governo, sulla scorta della scelta per un sistema di regolazione maggioritario del sistema politico.
Francesco Bonini
-
Lunedì 28 luglio 2014
LIBIA IN BILICO
La comunità cattolica, impegnata soprattutto negli ospedali, subisce il clima d’insicurezza. Un lavoratore filippino è stato decapitato. Per ragioni di sicurezza sono state rimpatriate nel fine settimana tutte le suore. Padre Amado Baranquel, francescano di nazionalità filippina, è rimasto in città: spera nell’azione del prossimo governo contro gli estremisti e di ottenere pace e libertà di movimento
Da mesi a Bengasi la situazione di sicurezza è sempre più che precaria. Nella sola giornata di domenica, i morti sono stati decine. La stima più prudente parla di 36 vittime. In questa situazione la comunità cristiana, composta prevalentemente di stranieri - filippini e indiani - è tra quelle che soffrono di più.
Davide Maggiore
-
Lunedì 28 luglio 2014
LE CROCIFISSIONI
Il vilipendio della Croce diventa segno di comunione nell'orrore. Lo dimostra il docente universitario, musulmano, che ha affrontato la morte ma non si è scagliato contro i cristiani. La persecuzione in atto, non si fermerà: ora tocca a noi, cristiani, poi ai musulmani che non si adegueranno, poi toccherà agli ebrei
Le terrificanti fotografie dei crocefissi che in Rete si possono osservare, indubbiamente non sono che una spia degli orrori che, costantemente, vengono perpetrati. Se ci si interroga sul “perché?”, dall’indignazione si passa allo sgomento, forse anche al panico.
Cristiana Dobner
-
Sabato 26 luglio 2014
IL PAPA NELLA TERRA DEI FUOCHI
Sin dal volo in elicottero l'attenzione di Francesco è stata rivolta al problema del degrado ambientale. Guardando dall'alto la terra ormai devastata da rifiuti e roghi, ha commentato: "Terribile". Un tema che è tornato anche nell'omelia: "Dare il primato a Dio significa avere il coraggio di dire no al male, no alla violenza, no alle sopraffazioni, per vivere una vita in favore della legalità". Alla fine della Messa la promessa: entro l'anno a Napoli
Una giornata di pioggia anche intensa non ha scoraggiato gli oltre duecentomila fedeli che si sono radunati oggi davanti alla Reggia di Caserta per accogliere Papa Francesco. E, alla fine, sono stati premiati.
dall'inviata Sir a Caserta, Gigliola Alfaro
-
Sabato 26 luglio 2014
DODICI ORE DI TREGUA
"Ennesima e, purtroppo, non ultima" conta dei cadaveri estratti dalle macerie durante la tregua umanitaria di 12 ore. Padre Raed Abusahlia (Caritas Jerusalem): è una corsa contro il tempo, "a breve torneranno a spararsi e il massacro continuerà". L'impegno della Caritas e la testimonianza di quattro bambini che hanno donato i loro risparmi, circa 100 euro, rinunciando alle vacanze. Oggi e domani colletta nelle parrocchie cattoliche di Giordania, Palestina e Israele
Dodici ore per trovare cibo, acqua, prendere effetti personali dalle case abbandonate e soprattutto per recuperare i corpi di parenti rimasti sotto le macerie e le bombe. Dodici ore di tregua, in cui il disastro procurato dal lancio di razzi di Hamas e dai bombardamenti israeliani appare in tutta la sua gravità.
Daniele Rocchi
-
Sabato 26 luglio 2014
A RISCHIO LA FORMULA 1
L'autodromo non ha futuro senza la gara più blasonata del "circus" ma che soprattutto è "il brand" di una città e di un territorio intero. Dopodiché c'è da mettere mano a una struttura che anche sul piano strettamente fisico è rimasta al palo da troppo tempo e che deve diventare un impianto polifunzionale (ivi compresa la parte strettamente agonistico-motoristico-sportiva)
A Monza si può voltare pagina dopo la vittoria della lista capitanata da Ivan Capelli alle elezioni per l’Automobile Club di Milano e la conseguente annunciata nomina di Andrea Dell’Orto a presidente di Sias che segna infatti la fine, almeno sul piano societario di una gestione rivelatasi discutibile se non fallimentare sotto ogni profilo. Anche e soprattutto quello sportivo.
Luigi Losa (*)
-
Sabato 26 luglio 2014
CON ''LA DIFESA DEL POPOLO''
Fuori da ogni retorica militarista e patriottica (quanti preti inquisiti o mandati al confino perché nelle prediche ricordavano gli appelli del Papa per la pace!), con lo sguardo chino sulle sofferenze delle popolazioni civili, pronta a spronare e attenta a raccontare lo sforzo solidale che attraversa l'intera diocesi, "La Difesa del Popolo" in quegli anni drammatici fa davvero onore al suo nome
Ogni mese da qui alla prossima primavera, e ogni quindici giorni a partire dall’anniversario dell’entrata in guerra dell’Italia nel 1915, le pagine della “Difesa” di oggi restituiranno l’eco delle pagine della “Difesa” di ieri.
Guglielmo Frezza (*)
-
Sabato 26 luglio 2014
NON SOLO ITALIANI
Non manca la loro guida spirituale per le folte comunità italiane di New York, Chicago e Los Angeles, ma è profondamente cambiata la geografia delle migrazioni. Ora assistono ingegneri brasiliani in Texas, operai vietnamiti in Kansas, haitiani scappati dal terremoto e approdati nel Sud della Florida. Una costante: si muovono tutti con le famiglie a cui garantire sacramenti ed educazione alla fede
Una volta c’erano gli immigrati italiani a New York, Filadelfia e Chicago. Ora i migranti cattolici negli Stati Uniti sono ingegneri brasiliani nelle raffinerie di petrolio di Houston in Texas, operai vietnamiti in Kansas, haitiani scappati da un Paese distrutto dal terremoto e approdati in una zona sperduta del Sud della Florida.
da Los Angeles, Damiano Beltrami
-
Venerdì 25 luglio 2014
TESTIMONIANZA DA GAZA
Aperture alla tregua umanitaria proposta dal segretario di Stato americano John Kerry. Anche se la battaglia continua. Il racconto di Issa Tarazi, coordinatore del "Vocational Training Center", promosso dal Consiglio delle Chiese del Medio Oriente: "La situazione è sempre più critica. Molte case sono state demolite, si registrano numerosi feriti". La preoccupazione per i giovani del Centro. La speranza: "Che un giorno Gaza torni a vivere libera insieme ai suoi abitanti"
Siamo al 18° giorno di combattimenti, e le vittime palestinesi sono oltre 800, in gran parte civili, e 33 quelle israeliane. Numeri che hanno spinto l’arcivescovo Silvano Tomasi, osservatore permanente della Santa Sede presso l’Ufficio Onu a Ginevra, a parlare di “coscienze paralizzate da un clima di prolungata violenza”.
Daniele Rocchi
-
Venerdì 25 luglio 2014
L'ITALIA VERSO IL SINODO/1
I dati del 2012 segnalano un leggero aumento, all'interno di un trend negativo in atto dal 1972. Le nozze con rito religioso sono state 122.297. Con 33mila unità in meno negli ultimi 4 anni. Ma il dato Istat differisce in modo considerevole da quello riportato nell'Annuarium Statisticum Ecclesiae che, per lo stesso anno, censisce 140.152 matrimoni tra cattolici e 3.182 tra cattolici e non
Se è vero che i numeri non dicono tutto, aiutano però a definire la fisionomia della famiglia italiana. E, soprattutto, ad immaginare le difficoltà e le questioni aperte che potranno essere affrontate nella III Assemblea generale straordinaria del Sinodo dei vescovi in programma dal 5 al 19 ottobre sul tema “Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione”.
Riccardo Benotti
-
Venerdì 25 luglio 2014
L'OPINIONE DEL TERRITORIO
I settimanali cattolici, in uscita in questi giorni, raccontando i tanti conflitti attualmente in corso nel mondo, sottolineano l'orrore della guerra. "L'odio - concordano le testate Fisc - è più forte di ogni ragionamento. Così, i morti si moltiplicano giorno per giorno, aggiungendosi alle molte vittime di coloro che fuggono disperati dai Paesi della guerra, della miseria e della fame"
“C’è tanto bisogno di pace”. I giornali aderenti alla Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), in uscita in questi giorni, si occupano dei conflitti attualmente in corso. Tra gli altri argomenti affrontati dai giornali: la crisi, la cronaca e la vita delle diocesi.
Gigliola Alfaro
-
Regione
Ultimi servizi




Servizio per abbonati
Fatti e Pensieri
Dal 28 luglio al 3 agosto 2014
ifeelcud
15/04/2014
Altri Media Cattolici
Avvenire
TV2000
Radio InBlu
Vatican.va
Chiesa Cattolica Italiana
FISC
Commento al Vangelo