Lunedì 21 Aprile 2014 
SIR - Servizio Informazione Religiosa
SIR - Religious Information Service
La Chiesa per la scuola
DOSSIER SIR /
Chiesa e scuola: futuro da vivere insieme
Approfondimenti, buone pratiche, news...
14/04/2014
BUONE PRATICHE /
L'esperienza al Bambino Gesù di Roma e Palidoro
I bambini scolari costretti in ospedale
02/04/2014
di Paola Scarsi
BUONE PRATICHE /
A Nola il Festival dei diritti dei ragazzi
La marcia
10/04/2014
di Gigliola Alfaro
BUONE PRATICHE /
La Settimana dell'Educazione di Trapani
La lumaca, metafora del sorpasso degli esclusi
09/04/2014
introduzione
di Gigliola Alfaro
BUONE PRATICHE /
La scuola professionale nel Trevigiano
Territorio & innovazione
05/04/2014
introduzione
di Alessandra Cecchin
Le omelie del Papa a Santa Marta (Fonte: Radiovaticana.va)
Quotidiano
Italiano
English
Mediacenter
Agensir.eu - Il sito d'informazione europea
Europe [FREE]

N. 30 del 18 aprile 2014

N. 30, April 18, 2014
Venerdì 18 aprile 2014
EDITORIALE
Commemorati a Strasburgo i cento anni della prima guerra mondiale
Gideon F. De Wit - Sir Europa
-
Venerdì 18 aprile 2014
VESCOVI EX-JUGOSLAVIA
La Conferenza episcopale "Cirillo e Metodio" mira a riorganizzarsi in 4 organismi diversi
-
Venerdì 18 aprile 2014
REPUBBLICA CECA
Concreta collaborazione tra Chiesa cattolica e agenzia nazionale per l'impiego
-
Venerdì 18 aprile 2014
PARLAMENTO UE
Con la plenaria di Strasburgo l'Emiciclo si scioglie. La parola ai cittadini
-
Venerdì 18 aprile 2014
EDITORIAL
Commemorations marking 100 years since WWI
Gideon F. De Wit - Sir Europe
-
Venerdì 18 aprile 2014
EX-JUGOSLAVIA BISHOPS
The Bishops' Conference "Cyril and Methodius" plans to reorganize in 4 different bodies
-
Venerdì 18 aprile 2014
CZECH REPUBLIC
Cooperation between the Catholic Church and the national Employment Agency
-
Venerdì 18 aprile 2014
EU PARLIAMENT
Last plenary in Strasbourg before dissolution. The word to citizens
-
Le omelie del Papa a Santa Marta (Fonte: Radiovaticana.va)
Sabato 19 aprile 2014
CAMERON AI LEADER RELIGIOSI
-
Prima Pagina [FREE]
Sabato 19 aprile 2014
UNA VOCE DA ALEPPO
Padre Joseph Bazouzou, parroco armeno cattolico della chiesa della Santissima Trinità di Aleppo, racconta così la sua Pasqua, quella che i cristiani di Siria si apprestano a vivere dopo tre anni di conflitto che ha seminato oltre centomila morti e milioni tra rifugiati e sfollati. Il ruolo decisivo dei giovani nel coltivare la speranza, in attesa della vista del Papa
La Siria si prepara a vivere la sua Pasqua di guerra. le ultime notizie non sono confortanti: un bambino morto, 61 feriti tra bambini, genitori e professori, è il tragico bilancio del razzo caduto il 15 aprile sulla scuola armeno-cattolica di Damasco, nel quartiere storico di Bab Tuma, nella città vecchia, dove sono concentrate molte chiese e scuole cristiane. E si parla di nuovo di attacchi chimici.
Daniele Rocchi
-
Sabato 19 aprile 2014
LA PASQUA SORPRENDE
Quelle della disoccupazione e dell'emarginazione. Come quella del disorientamento in cui ci si barcamena alla bene meglio. Poi c'è anche chi fatica a credere che quelle pietre possano rotolare via. Come i discepoli di Gesù, ad esempio...
In un periodo storico in cui a molti sembra di camminare in equilibrio su un filo (non poi così robusto) sospeso sul vuoto di un’esistenza che ha perso tutte le sue umane certezze, il messaggio della Pasqua acquista un sapore diverso.
Irene Argentiero (*)
-
Sabato 19 aprile 2014
RIAPERTO ALLA LITURGIA
Una grande partecipazione, come nell'età delle cattedrali medievali, quando alla loro costruzione concorreva tutta la popolazione. Anche dal punto di vista economico è stato un impegno corale: raccolti oltre 3 milioni di euro. Il vescovo Oscar Cantoni: "La cattedrale è la casa di tutti". L'impronta artistica dello scultore Mario Toffetti. Il ruolo del settimanale diocesano "Il Nuovo Torrazzo"
La folla ha invaso il duomo di Crema sabato 12 aprile, il giorno della riapertura liturgica, dopo oltre tre anni di restauri, iniziati il 24 novembre 2010. Quasi una nuova presa di possesso con gran voglia di vedere la luminosa cattedrale e di toccare con mano le prestigiose opere dello scultore Mario Toffetti che arricchiscono il nuovo presbiterio.
Giorgio Zucchelli (*)
-
Sabato 19 aprile 2014
VIA CRUCIS, MEMORIA VIVA
Che senso ha lasciarsi coinvolgere? Per quale ragione riesumare una tragedia? Indubbiamente non perché si guarda tutto con un ottimismo ingenuo: dal traguardo ottenuto, tutto risulta diverso. Certo, tanto risorge ed allora i conti tornano. Perché non tornano nell'aritmetica umana, solo nell'alchimia gratuita dell'amore fiorisce la misericordia salvifica
Non è un rito scaramantico per placare divinità irate e costringerle a chinarsi sull’umanità con benevolenza. Non è commemorazione di tempi andati e di gesti che hanno segnato la storia e che vogliamo riproporre a modello per scuotere le coscienze.
Cristiana Dobner
-
Sabato 19 aprile 2014
VIA CRUCIS AL COLOSSEO
A cinquant'anni dalla prima Via Crucis al Colosseo, celebrata da Paolo VI nel 1964, e a pochi giorni dalla canonizzazione di altri due papi - Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II - il Santo Padre ha seguito il Calvario di Gesù dal terrazzo del Palatino, in un clima di silenzio e raccoglimento. Quest'anno sono state toccate le periferie materiali ed esistenziali, oltre che le conseguenze drammatiche della crisi
“Nella Croce vediamo la mostruosità dell'uomo quando si lascia guidare dal male e dal peccato, ma vediamo anche l'immensa misericordia di Dio”. Si è conclusa con una meditazione fuori programma, durata circa cinque minuti, la seconda Via Crucis di Papa Francesco.
M. Michela Nicolais
-
Venerdì 18 aprile 2014
LA LEZIONE DELLA VIA CRUCIS
Con la scrittrice Laura Bosio percorriamo la Via Crucis che questa sera Papa Francesco presiederà al Colosseo. Le meditazioni sono state scritte dall'arcivescovo di Campobasso, monsignor Giancarlo Maria Bregantini, sul filo dell'attualità. Un'occasione offerta alla scrittrice per lanciare lo sguardo su un'umanità dolente, ma nella quale "l'amore non è stato spezzato"
“Se viviamo nell’amore gratuito, tutto è vita”. La scrittrice Laura Bosio parte dal commento di monsignor Giancarlo Maria Bregantini alla XII stazione – dove Gesù muore in croce – per ricordare che solo assumendo questo atteggiamento “si crea un popolo nuovo, si fermano le guerre”.
M. Michela Nicolais
-
Venerdì 18 aprile 2014
IN MORTE DI UNO SCRITTORE
Colpito da una polmonite e da una infezione alle vie urinarie, l'autore di "Cent'anni di solitudine" era stato ricoverato in una clinica di Città del Messico e poi era tornato nella sua casa, dove si è spento ieri all’età di 87 anni. È stato in grado di "leggere" il suo e altri tempi, la sua terra e lo spirito della storia
Il conferimento del Nobel per la letteratura nel 1982 è stato, una volta tanto, il giusto riconoscimento di un autore che è stato in grado di “leggere” il suo e altri tempi, la sua terra e lo spirito della storia, che non è fatto, come Márquez aveva intuito, di materia inerte o al contrario di ideale completamente avulso dalla realtà, ma dal confronto con tutti gli aspetti dell’esistente, da quello popolare a quello religioso.
Marco Testi
-
Venerdì 18 aprile 2014
GLI OSPEDALI DELLA GALILEA
Dal 17 febbraio 2013, da quando Israele concede permessi temporanei, oltre 700 feriti siriani sono arrivati negli ospedali della Galilea attraverso il confine con la Siria. Parla la madre di una ragazza siriana salvata dai medici israeliani: "Mi auguro che venga la pace e che potremo incontrarci di nuovo in un Medio Oriente più sano". Tra le strutture più attive è l'ospedale di Safed, dove dall'anno scorso sono stati ricoverati 250 siriani. Tanti i bambini accolti
I casi più gravi, quelli che non possono essere curati sul posto, vengono trasferiti nei nosocomi. Questi ultimi hanno maturato una lunga esperienza nel trattamento di pazienti feriti in battaglia: basti pensare al conflitto dell’estate 2006 tra Israele e il gruppo integralista armato libanese Hezbollah. Un impegno umanitario molto significativo: Siria e Israele, infatti, non intrattengono relazioni diplomatiche dopo la guerra dei Sei Giorni del 1967 e dello Yom Kippur del 1973.
Daniele Rocchi
-
Venerdì 18 aprile 2014
IL VOLONTARIATO TIENE
Nasce da questa esigenza il Manifesto promosso dal Centro nazionale del volontariato per promuovere un nuovo rapporto tra giornalisti, comunicatori, volontariato, terzo settore e buona politica. Il presidente Edoardo Patriarca: "Non è un'impresa facile riuscire a porre sotto i riflettori quella parte del Paese che di fronte alla crisi ha reagito impegnandosi". I risultati di una ricerca
Responsabilità, cura, educazione, rispetto, integrazione, condivisione, bellezza (cultura della), vigilanza, comunicazione, bene comune: sono queste le idee-guida dell’Italia che fa bene, il Manifesto promosso dal Centro nazionale del volontariato, che vuole inaugurare un nuova stagione nel rapporto tra giornalisti, comunicatori, volontariato, terzo settore e buona politica.
Benedetto Riga
-
Venerdì 18 aprile 2014
L'EUROPA TAGLIA
Luigi Bobba, sottosegretario al Lavoro e Politiche sociali: "Non si tratta di un mero sostegno economico (fino a 400 euro al mese per una famiglia di 5 persone), ma di un progetto ampio di inclusione sociale". Il vecchio fondo per gli aiuti alimentari (100 milioni europei) sostituito da un fondo nazionale (10 milioni) e da un Fondo europeo degli aiuti agli indigenti (stimato in 40/50 milioni). Pesante sforbiciata
Al quinto anno di crisi, le Caritas diocesane segnalano, da qualche mese a questa parte, una situazione sempre più allarmante: i soldi per aiutare le persone indigenti sono finiti e tre quarti delle strutture non riescono più a rispondere alle crescenti richieste di aiuto.
Luigi Crimella
-
seguici su Twitter
sir su youtube
Regione
Ultimi servizi




Servizio per abbonati
Fatti e Pensieri
Dal 14 al 20 aprile 2014
ifeelcud
15/04/2014
Speciale Settimane Sociali
Premio giornalistico Fisc-Sir Giovanni Fallani
Altri Media Cattolici
Avvenire
TV2000
Radio InBlu
Vatican.va
Chiesa Cattolica Italiana
FISC
Commento al Vangelo